Archivi mensili:

//Marzo
­

Il signor Landini nel panorama politico nazionale

Le nuove idee in politica: il Signor Landini nel panorama politico nazionale Premetto di non essere di sinistra, di non esserlo mai stato e mai lo sarò. Si tratta di una premessa necessaria anche per identificare la purezza del pensiero espresso verso una nascente figura politica che si colloca "più che a sinistra": il Signor [...]

La cattiva scuola

Come sarebbe la buona scuola considerato che l'attuale è ancora una cattiva scuola? Nel Paese è in corso un dibattito sulla "buona scuola" che non credo abbia intrapreso il giusto percorso. A questo punto è necessario offrire dei nuovi punti di vista per arricchire le idee iniziali. Per "buona scuola" vorrei intendere una realtà, sia [...]

Il rispetto

Il rispetto per figure che hanno plasmato la mia personalità Mi hanno detto che nel mio sito ci sono molte critiche e denunce contro misfatti e stupidità; è vero. Oggi però voglio voltar pagina e parlare d'onore e rispetto. Come noto e da studi qui pubblicati il mio più intenso rispetto va a dei personaggi che [...]

L’origine del malessere sociale di oggi va ricercato in 130 anni fa

Il malessere sociale Nell'ultimo anno ho voluto studiare a fondo il periodo 1890-1915, ovvero gli esordi della Prima guerra mondiale. Non ho capito esattamente il perché di questo intenso richiamo a cui mi sono lasciato andare divorando chilometri di pagine di storia, critica dell'arte e di sociologia e una montagna di ore di studio. Dopo [...]

Una differenza cruciale non compresa: il tipografo e l’editore

In Italia ci sono molti editori e tantissime tipografie. Quale la differenza concettuale tra un editore e la tipografia per un paese che si è scoperto scrittore, dove tutti scrivono e vogliono pubblicare, ma pochi leggono? In effetti va meditato anche questo passaggio sociologico su un popolo che ama scrivere ma non leggere: frutto dei [...]

L’errore nell’ottimismo in economia del Governo

Perchè le proiezioni economiche diffuse dal Governo sono errate: ottimismo in economia diffuso per fini politici. 2015 L'ottimismo è una bella parola ma se messa in mano al sistema politico diventa spesso pubblicità; è quanto accade nell'Italia del 2014-2015. Perché? L'ottimismo in economia è fondato quando si basa sul mercato interno. Questa legge dovrebbe essere di [...]

Il faro nella notte che si è spento: la Confindustria

Ciò che si è spento per incapacità: la Confindustria Il terzo articolo di riflessione sulla Confindustria italiana vuole cogliere un altro aspetto rispetto ai precedenti: la competenza dei vertici sia nazionali che locali della Confindustria italiana e quindi anche lo stile d’organizzazione. Questo spunto non deriva solo da recenti esperienze vissute sul campo, ma anche [...]

Che delusione la Confindustria italiana

La delusione targata Confindustria italiana Purtroppo a volte si rischia di ripersi, ma in questo caso, la vicenda è così grande e pericolosa per il sistema imprenditoriale Italia, che merita un approfondimento. QUESTI SONO I FATTI a) Un'azienda italiana paga poco meno di 2.500 euro, da diversi anni, alla Confindustria; b) la stessa azienda si [...]

La Confindustria italiana: una struttura che non sa comunicare

La Crisi di comunicazione della Confindustria italiana I fatti Un'impresa versa la sua quota d'iscrizione annuale alla Confindustria italiana: 2.500 euro scarsi che entrano nelle Casse della sede di Treviso della confederazione degli industriali. Quest'anno l'azienda decide finalmente di dotarsi di un piano di marketing e chiede alla Sede di Treviso i dati tendenziali di [...]