Home/STAMPA/INDUSTRIA DELL'ACCIAIO
21 08, 2014

I produttori cinesi ci offrono un cattivo esempio su cui riflettere

2020-04-29T19:13:38+02:00Agosto 21st, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I produttori cinesi ci offrono un cattivo esempio su cui riflettere I produttori cinesi possono accedere a finanziamenti in banche cinesi senza limiti e con interessi minimi a patto che comprino materia prima. L’agevolazione è limitata a questa necessità ed è ovviamente pilotata dal governo. Giusto o errato? LE PREMESSE A tutti gli operatori del mercato è noto quanto il Governo cinese abbia lanciato una campagna d’acquisti di materia prima, in tutto il mondo, utilizzando le ampie giacenze di valuta che ha accumulato. L'obiettivo della Cina è accaparrare materie prime ed entrare nel controllo societario dei produttori. [...]

21 08, 2014

Se il nemico lo hai in casa. Considerazioni di fondo sempre valide

2020-04-29T19:13:38+02:00Agosto 21st, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Se il nemico lo hai in casa. Considerazioni di fondo sempre valide. Se il nemico lo hai in casa siamo nei guai. A fronte di un mio articolo sul bisogno di cambiamento dei manager nel settore siderurgico italiano la Signora Claudia, un imprenditore, afferma: i nostri manager restano nel ruolo mediamente 25 anni. Ecco il guaio aggiungo. E' chiaro il titolo di questo studio: se il nemico lo hai in casa intesi in tal senso quegli stessi manager che dovrebbero aiutare l'impresa. La critica coglie non solo il manager come figura che è solitamente appassionata al suo lavoro. Si [...]

21 08, 2014

Quando il mercato si rompe. Considerazioni passeggiando.

2020-08-12T14:09:59+02:00Agosto 21st, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE, INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Quando il mercato si rompe: passeggiando per il centro di Milano Quando il mercato si rompe cosa accade? Tra Piazza del Duomo e San Babila ci sono diverse gallerie (in questo caso Galleria Pattari) dove ogni vetrina era un negozio. Oggi sono tutti e per tutti intendo che non è rimasto nessuno; ogni attività è spenta. Quelli che erano i negozietti del centro hanno chiuso in massa. Passeggiando in C.so Vittorio Emanuele III entro in un negozio d’abbigliamento, di matrice tedesca, posto di fronte a “Zara” dove trovo molti abiti per donna, decisamente simpatici, al costo medio [...]

19 08, 2014

Un caso aziendale di studio. La dipendente che dirige.

2020-08-12T13:57:31+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE, INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Una caso aziendale: la dipendente abbandonata dalla proprietà che gestisce l’azienda Un caso aziendale che merita d'essere studiato per farne memoria nel futuro. Questo aspetto fu già tratteggiato in passato, ma ora merita una riflessione più acuta. Ovviamente i fatti emergono dalla realtà. Vediamo di richiamarne i concetti di base. Siamo nel nord est, in un’azienda che commercializza metalli, 25 dipendenti, 7 milioni di euro di fatturato (in calo del 17%) sul 2008. Questa società ha una caratteristica tutta sua: la proprietà, a torto o ragione ha rinunciato, negli ulti anni, a dirigerla. Conseguentemente negli ultimi 8 [...]

19 08, 2014

Analisi sulla crisi greca e quella italiana. Prof Carlini

2020-08-12T10:50:24+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, INDUSTRIA DELL'ACCIAIO, La crisi della Ue|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Analisi sulla crisi doppia, perché dovremmo essere diversi dalla Grecia? Analisi sulla crisi di un paese prima che diventi anche quella di un altro. Ogni volta che leggo e ascolto il trionfalismo della stampa italiana, impegnata nel celebrare la diversità del nostro Paese, rispetto alla Grecia e in fondo all’intera penisola iberica, per cui “loro” sono in crisi e “noi” no, sento un brivido alla schiena. Non ho nessuna intenzione di fare il “disfattista”, sono e mi sento “patriottico”, nel senso non stupido della parola, ma al contrario come condivisone di valori con il ceppo culturale nel quale [...]

19 08, 2014

Il dramma greco 1: Appunti sulla crisi dell’euro

2020-04-29T19:13:39+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il dramma La domanda di fondo è se la crisi greca, nella primavera del 2010, abbia carattere nazionale o possa contagiare il resto dell’area euro. Per studiare questa tesi servono dei punti di riferimento. Qui l’orientamento è che ci sia insito, nello stesso concetto di euro, un detonatore capace di minare l’intero impianto finanziario, con “scoppi” prima in un paese e poi nell’altro, ponendo in difficoltà tutta l’architettura valutaria, in funzione solo da qualche anno. Premetto di non essere un monetarista, ma solo un economista di stampo macroeconomico, del resto provenendo dalla facoltà d’economia di Torino non [...]

19 08, 2014

Maggio 2010 – Il dramma greco 2

2020-04-29T19:13:39+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il dramma greco/2 - Il contesto specifico Nel primo passaggio di questo studio è stato chiarito quanto la crisi greca, sia indubbiamente motivata da aspetti soltanto locali, per cui il rischio di “contagio” verso la restante area UE, non è credibile, se misurato sui soli parametri ellenici, ma rientra nell’instabilità strutturale dell’euro. Questa moneta resta costruita su tassi di cambio errati con le unità monetarie d’origine e quindi fonte di disallineamento tra prezzi e costi, tradendo così quella natura di sintesi che avrebbe dovuto assolvere per tutte le singole economie europee. Analizzando nel dettaglio il caso ellenico, [...]

19 08, 2014

L’esperienza innovativa dell’ acciaieria Arvedi

2020-04-29T19:13:39+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Finalmente un esempio di cui andare fieri Una storia audace: l’acciaio fuso con idee nuove; Arvedi di Giovanni Carlini, sociologo e uomo di marketing Quanto qui descritto narra di un amore per l’azienda da parte del suo titolare, manager e quadri i quali, nei momenti di grande sviluppo, hanno conservato e investito per spendere e rilanciare durante la crisi, conquistando nuove ambizioni. Una storia come questa serve per riflettere e imparare. In cosa consiste la novità L’obiettivo di fondo è quello di restare competitivi sul mercato, attraverso un’innovazione di processo capace di tradursi anche in un prodotto [...]

19 08, 2014

L’esperienza Arvedi

2020-04-29T19:13:39+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Quanto amo l'esperienza e l'esempio dell'acciaieria Arvedi di Giovanni Carlini Durante l'estate la formica lavorava duramente, mettendosi da parte le provviste per l'inverno. Invece la cicala non faceva altro che cantare tutto il giorno. Poi arrivò l'inverno e la formica ebbe di cui nutrirsi, dato che durante l'estate aveva accumulato molto cibo. La cicala cominciò a sentire i morsi della fame, perciò andò dalla formica a chiederle se poteva darle qualcosa da mangiare. La formica le disse: "io ho lavorato duramente per ottenere questo e tu che cosa hai fatto durante l'estate?" "Ho cantato." rispose la cicala. [...]

19 08, 2014

Editoriale: tutto finito?

2014-08-19T23:15:37+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Tutto finito? di Giovanni Carlini I recuperi di borsa di lunedi fanno pensare che tutto sia finito, e che l’euro abbia concluso la sua crisi. Non solo, abbiamo anche sentito grandi dichiarazioni di plauso, da parte delle massime autorità dello Stato italiano, che si complimentavano per il buon lavoro. Guardano oltre, la situazione appare più complessa: - il rischio (remoto ma non assurdo) non è tanto che la Grecia venga espulsa dall’area euro, ma che la Germania abbandoni; - le soluzioni adottate domenica 9 maggio, non modificano gli errori di fondo della moneta euro, che resta valida [...]

19 08, 2014

Editoriale: come vedo la crisi

2014-08-19T23:13:56+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi di Giovanni Carlini Ogni giorno mi arrivano molte email da studenti e lettori che mi chiedono: come dobbiamo comportarci per gestire/vivere un momento così difficile e prolungato? Qui si potrebbero pensare tante cose magari già dette, trite e ritrite ma non applicate. Stamattina è accaduto un fatto che credo meritorio di riflessione. Andando di buon ora a prendere il passante ferroviario per recarmi all’Università, sullo stesso marciapiede mentre cammino poco avanti a me, c’è una signora. Francamente carina, quasi cinquantenne, l’ho guardata e dentro il mio intimo ho sorriso, perché vedere una donna dignitosamente bella [...]

19 08, 2014

Editoriale: Prima mi chiamavano oggi non mi cerca nessuno

2020-04-29T19:13:40+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Ora mi tocca cercare Prima mi cercavano e ora mi tocca cercare di Giovanni Carlini – sociologo e uomo di marketing Penso alla cena che mi è stata offerta dal direttivo dell’Associazione Industriali degli stampi, ma anche a diversi miei clienti che mi chiedono la stessa cosa: perché dobbiamo andare noi a cercare il lavoro, quando solo due anni fa si mettevano in fila e aspettavano il loro turno per essere serviti? Più per sdrammatizzare che altro, a questo tipo di domande rispondo che quando avevo 25 anni, erano le ragazze a chiedermi se fossi libero per [...]

19 08, 2014

Editoriale: La crisi sociale dell’euro

2020-04-29T19:13:40+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi sociale dell'euro di Giovanni Carlini, sociologo impegnato nel marketing L’idea di fondo è semplice: la crisi della moneta europea non si limita a essere solo un aspetto finanziario, ma in realtà colpisce un modo di vivere, quindi è una crisi sociale. Spiegare un concetto così articolato, in poche righe, è veramente difficile, ma userò degli esempi. Ricordate quanto costava, in lire, un primo piatto al ristorante prima che si adottasse l’euro? Ebbene eravamo sulle 7.000 lire che sono state tradotte in 7 euro. Berlusconi, in quel periodo chiese un cambio a 1050 lire per 1 [...]

19 08, 2014

Perché amo l’America?

2020-04-29T19:13:40+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La pignoleria di chi ha torto di Giovanni Carlini sociologo e uomo di marketing Essendo sociologo amo le persone; ne osservo i comportamenti, pregi e difetti, l’abbigliamento quale codice espressivo e quindi il modo come agiscono sia da soli che in gruppo. Studio le scelte di consumo e i riti seguiti per piacere e farsi vedere quindi l’amore, l’odio, le passioni come in genere le soluzioni adottate per relazionare con gli altri e se stessi. Tutto è materia prima con cui fare i conti ogni giorno. Un comportamento umano (molto italiano) che continua a stupirmi è la [...]

19 08, 2014

2008 – La crisi di comunicazione nella filiera dell’acciaio

2020-04-29T19:13:40+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi di comunicazione nella filiera dell’acciaio – estate 2008 Giovanni Carlini Qualcosa sta cambiando e in peggio. I margini di redditività e l’operatività stessa del settore acciaio in Italia e nel mondo sono destinati a contrarsi. Per trovare nuovi scenari, molti industriali e operatori del settore si sono riuniti a Brescia per due ore di ragionamenti in comune Un convegno “d’emergenza” svoltosi a Brescia lo scorso 13 giugno si è aperto con un titolo inequivocabile: “Emergenza materie prime”. La presentazione dell’incontro è proseguita specificando come la volatilità del rottame, del minerale, del coke e gli influssi [...]

19 08, 2014

Editoriale: Non siamo la Grecia, ma quasi

2020-04-29T19:13:41+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi greca di Giovanni Carlini Tutti discutono relativamente al peso e distribuzione dei sacrifici derivanti dalla recente manovra correttiva del governo. Francamente il problema è mal posto. Il punto in discussione non è chi paga di più o di meno, ma se siamo disposti a salvare la moneta unica o no. Il costo del salvataggio dell’euro per l’Italia è di 24 miliardi (stimato e non definitivo) quello degli altri paesi sembra che siano più oneroso ma non consola. A questo punto, assodato che si è scelto di mantenere la moneta comunitaria quale minore dei mali come [...]

19 08, 2014

Cambiano le idee dei consumatori

2020-04-29T19:13:41+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

E’ cambiato il gusto e il modo d’intendere il prodotto, da parte dei consumatori Di Giovanni Carlini – sociologo, esperto di marketing Oggi è sabato, siamo verso fine mese. Come sempre prendo le ultime 20-25 copie del Sole 24Ore e prima di cestinarle, riguardo rapidamente tutto. Si tratta di un’operazione di ripasso che dura circa tre ore, ritrovando i diversi articoli già letti e sottolineati, su cui ci sono anche degli appunti, spesso non generosi sui chi ha scritto. Da ciò segue l’archiviazione. Così riesco a far scorrere un tratto di tempo effettivamente minimo (neppure un mese) [...]

19 08, 2014

Abbiamo battuto i cinesi

2020-04-29T19:13:41+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Perchè recarsi in Asia se non per vendere? Abbiamo battuto i cinesi, quindi perchè recarsi in Asia se non per vendere? di Giovanni Carlini, sociologo esperto di marketing Uno degli aspetti cruciali e a volte anche drammatici per la produttività del lavoro in Italia, è il suo costo. La delocalizzazione è stata praticata per più aspetti, ma soprattutto per evitare di pagare buste paga a quelle stesse persone che poi acquistano i prodotti realizzati senza il loro contributo. Il meccanismo funzionerà finchè non si ci sarà uno sciopero (o discriminazione dei prodotti) da parte dei consumatori. Ora [...]

19 08, 2014

La locomotiva tedesca è uscita dalla stazione

2020-04-29T19:13:42+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Primo articolo di una serie di Giovanni Carlini Un paio d’anni fa, per un editore, scrissi un dossier Germania il cui titolo fu: “Una locomotiva ferma in stazione”. Non è passato molto tempo che il quadro complessivo è profondamente cambiato; quella locomotiva ora corre per tutta Europa. Quanto qui scritto non vuole andare ad aggiungersi a tutto ciò che è già stato pubblicato sull’argomento, perché ha un altro obiettivo: il taglio sociologico. Le aziende e in tal senso dico proprio tutte le imprese italiane, hanno dimenticato o mai introdotto nella loro gestione, concetti di sociologia. A volte [...]

19 08, 2014

La locomotiva tedesca è uscita dalla stazione 2

2020-04-29T19:13:42+02:00Agosto 19th, 2014|Categorie: INDUSTRIA DELL'ACCIAIO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Secondo articolo della serie di Giovanni Carlini Nel primo studio pubblicato è stato scritto: l’exploit industriale ed economico tedesco del 2010, ha radici soprattutto sociali prima ancora che finanziarie e macroeconomiche. Sembra un’affermazione scontata, ma laddove si volesse imitare il “modello tedesco”, il punto di partenza non è dentro la produzione, ma nella capacità dell’impresa a intrattenere e aprire relazioni sociali (dipendenti orgogliosi d’esserlo e dotati di una missione) e anche industriali (discutere con il sindacato non più di solo busta paga, ma qualità di vita nel posto di lavoro. Vedi “pacchetto Harz”). Conosco grandi realtà nella [...]

Torna in cima